Domanda:
Cosa c'era di così diverso in "La notte dei morti viventi" dai precedenti film di zombi?
matt_black
2020-02-05 19:39:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I film sugli zombi sembrano esistere almeno dagli anni '30 (vedi questa domanda). Ma molti critici fanno risalire l'origine di essenzialmente tutti i film di zombi moderni all'acclamato film indipendente del 1968 di George A. Romero La notte dei morti viventi .

Alcuni sostengono che questo film specifico abbia cambiato radicalmente il modo in cui gli zombi venivano immaginati e mostrati sullo schermo. La maggior parte dei film con gli zombi sin dalla sua uscita hanno, a loro avviso, seguito il modello di Romero in molti modi piuttosto che la vecchia tradizione (e alcuni si sono basati sui suoi zombi ma hanno aggiunto funzionalità extra come la velocità (vedi questa domanda) .

Quali sono state esattamente le innovazioni di Romero in La notte dei morti viventi e in che modo i suoi zombi differiscono dalle rappresentazioni precedenti?

C'è un breve riassunto su wikipedia: https://en.wikipedia.org/wiki/Night_of_the_Living_Dead#Legacy
Contrassegno questa domanda come Needs More Brains perché braaaaiiiiiinnnnnss.
Ho sempre pensato che avere un forte "eroe" nero come protagonista fosse piuttosto radicale per il periodo in cui è stato girato. Inoltre, il fatto che l'eroe avesse torto: avrebbero dovuto uscire di casa il prima possibile, come ha detto quel ragazzo odioso!
@Gabriel L'eroe nero è stata un'importante innovazione per il film. Ma non era correlato all'innovazione nel modo in cui venivano pensati gli zombi.
Tre risposte:
#1
+62
Giacomo1968
2020-02-06 08:41:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

"La notte dei morti viventi" ha introdotto nel mondo l'idea di mangiatori di carne non morti indipendenti, che era l'opposto di ciò che si pensava agli zombi prima di questo film.

Prima di quel film , gli zombi erano schiavi degli altri: persone ipnotizzate o drogate per diventare schiave degli "stregoni" locali; noto come bokor nel folclore haitiano. Oppure erano letteralmente schiavi che si uccisero e, di conseguenza, rimasero intrappolati in un'esistenza simile a un "limbo" come uno zombie; maledetto per non vivere mai veramente e non morire mai.

In poche parole, La notte dei morti viventi (1968) di George A. Romero era un riflesso della società dell'epoca: una società alla fine degli anni '60 che rifletteva la libertà e l'individualismo sul dover rispondere agli altri. Gli zombi in quel film non erano schiavi di nessuno e sono stati creati da alcune radiazioni - apparentemente tutto nel mondo della fantascienza e della fantasia degli anni '60 è stato creato dalle radiazioni - che semplicemente ... la libertà di vagare senza meta e mangiare gli altri.

Prima di La notte dei morti viventi , gli zombi erano schiavi degli altri in un modo o nell'altro. Questo articolo su The Atlantic ( "The Tragic, Forgotten History of Zombies" di Mike Mariani, 28 ottobre 2015) lo spiega abbastanza bene; il grassetto è mio:

"L'originale demone mangia-cervelli era uno schiavo non della carne degli altri ma della sua. L'archetipo degli zombi, così come appariva ad Haiti e rispecchiava la disumanità che esisteva lì dal 1625 al 1800 circa, era una proiezione dell'inarrestabile miseria e sottomissione degli schiavi africani. Gli schiavi haitiani credevano che morire li avrebbe liberati tornare alla lan guinée , letteralmente Guinea, o Africa in generale, una specie di aldilà dove potevano essere liberi. Sebbene il suicidio fosse comune tra gli schiavi, a coloro che si erano tolti la vita non sarebbe stato permesso di tornare in lan guinée . Invece, sarebbero stati condannati a nascondersi nelle piantagioni di Hispaniola per l'eternità, uno schiavo non morto ha immediatamente negato i propri corpi e tuttavia è stato intrappolato al loro interno: uno zombi senz'anima. "

Questo riecheggia nella trama di White Zombie (1932), dove una coppia, che intende sposarsi, incontra un malvagio maestro vudù: Murder Legendre. Il film è ambientato in una piantagione di proprietà di Murder Legendre e Murder (che nome, vero?) Promette al marito (Charles) che il modo migliore per convincere la sua amica (Madeleine) a sposarlo è renderla uno zombi. Ovviamente non puoi fidarti di un ragazzo chiamato letteralmente "Omicidio", quindi non solo rende Madeleine uno zombi, ma rende anche Charles uno zombi. E indovina chi fa tutto il lavoro nella piantagione di questo assassino? Tantissimi zombi di sua creazione!

Quindi il modo più semplice per capire tutto è:

  • Pre-notte dei morti viventi : vittime di ipnosi che sono il guscio di ciò che erano una volta. Gli zombi erano schiavi degli altri e spesso solo una o due persone in ogni storia. L'orrore era la schiavitù e il controllo mentale di un altro; l'unico modo per sfuggire alla vita da zombi era che il "maestro" morisse. Nella cultura degli schiavi haitiani esistono racconti sui non morti creati da qualche "padrone"; l'etimologia della parola " zombie" è direttamente collegata al mito haitiano. Il concetto generale dei non morti - e i miti che lo circondano - sono esistiti in una forma o nell'altra nella storia del mondo.
  • Post-Night of the Living Dead : Empowered ghoul che non lasciano che nulla ostacoli il loro cammino. Da questo punto in poi, gli zombi sono stati (prevalentemente) rappresentati come ghoul liberi e indipendenti creati da una " forza maggiore" (aka: cosa che accade) vagamente spiegabile che dà nuova vita ai morti. Ma i morti si nutrono dei vivi e possono, proprio come i vampiri, trasformare i vivi in ​​zombi con un semplice morso di un altro zombi. Questi zombi non sono schiavi, hanno un numero maggiore dei vivi e si nutrono dei vivi. Gli zombi moderni (per lo più) rappresentano un cambiamento culturale inarrestabile a cui non puoi sfuggire facilmente. E trasformare te stesso da zombi a persona normale non è davvero un'opzione; una volta che sei uno zombi è tutto ... zombi per "vita".
azzeccato. Sono cresciuto nei Caraibi e ho una certa familiarità con le superstizioni haitiane (gli zombie non sono un'idea religiosa ragionevole, mi dispiace). Il prete Voodoo fa qualcosa, forse coinvolgendo una fotografia, e all'improvviso sei il suo schiavo. L'equipaggio di Romero non è niente del genere. La cosa in più è l'infezione da zombi da morsi: non c'è modo che gli zombi di tipo Haiti possano invadere la terra perché ogni zombi richiede un certo livello di stregoneria da un potente stregone, non si auto-propagano. Credo che "Dead Again", adattato da un romanzo di Chelsea Quinn Yarbro, contenga zombi di tipo Haiti.
@ItalianPhilosophers4Monica "La cosa in più è l'infezione da zombie da morsi ..." Vero. Ma senza il concetto di zombi indipendenti, l'idea di infezione semplicemente non funzionerebbe.
C'è anche l'idea di essere liberati dallo zombismo. Ai vecchi tempi per liberare gli zombi era necessario uccidere il loro padrone, distruggere la fonte della loro zombificazione o persino distruggere un tesoro sommerso che li malediva per essere guardiani eterni. In Romero (e dopo di lui) gli zombi non potevano essere aiutati, nessuna cura, nessun cambio. Non importa come hai ucciso, sei solo stanco.
C'è anche la presunta connessione con le [tetrodotossine] (https://en.wikipedia.org/wiki/Tetrodotoxin), generalmente acquisite dal pesce palla, che può causare una paralisi che può essere scambiata per la morte, facendo sì che le vittime vengano sepolte vive e siano successivamente dissotterrato in uno stato suggestionabile simile a uno zombi. Questo è ovviamente associato ai vecchi schiavi-zombi piuttosto che al moderno tipo indipendente.
È affascinante come gli zombi siano cambiati dall'essere una metafora della schiavitù a ... cosa? Una metafora dell'inevitabilità della morte, per quanto "avanzata" la nostra civiltà? O, un'espressione della paura del mondo moderno e della scienza (il boogieman invisibile della "radiazione")?
#2
+17
Johnny Bones
2020-02-05 20:40:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I film di zombi, risalenti a White Zombie (1932), mostravano tipicamente cadaveri rianimati o persone ipnotizzate che camminavano con uno sguardo stordito negli occhi. Erano insensati, ma tecnicamente innocui. Quello che ha fatto Romero è stato introdurre il concetto di detti zombi che hanno bisogno di nutrirsi, in particolare sulla carne umana. Questo li rendeva pericolosi e letali, non stupidi e docili. Questa è stata una svolta importante nel concetto, che ha cambiato gli zombi da cadaveri spaventosi / raccapriccianti a orribili macchine della morte. E, davvero, cos'è una morte più orribile dell'essere mangiati vivi?

Non è una cattiva risposta, ma penso che ci sia di più. Inoltre penso che tu abbia torto a definire "innocui" gli zombi pre-romero. Dopotutto, sono apparsi per lo più nei film * horror *.
@matt_black, le persone morte che camminano o che vengono ipnotizzate involontariamente è piuttosto spaventoso di per sé. Era un periodo più semplice.
@matt_black I miei ricordi delle prime storie di zombi sono che l'elemento spaventoso era la persona che * creava e dirigeva * gli zombi, non gli zombi stessi. Anche nei casi in cui uno zombi potesse fare qualcosa di spaventoso, doveva prima essere trasformato in uno zombi e poi indirizzato a fare qualcosa di spiacevole.
Sembra che inverta completamente il focus dell'elemento "horror". Alla vecchia maniera, gli zombi erano le "vittime" simpatizzanti, e l'orrore era quello che veniva fatto loro. Ma nel nuovo modo, gli zombi sono l'orrore e la nostra simpatia è per le persone che combattono contro di loro.
#3
+7
Acccumulation
2020-02-06 12:01:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Esiste un lungo elenco di proprietà che gli zombi possono avere:

  1. Zombificazione universale : qualcosa fa sì che i morti non rimangano morti. Tutti i cadaveri si rianimano (anche se potrebbe esserci qualche metodo, come distruggere il cervello, che lo impedisce).

  2. Invulnerabilità : gli zombi sono impossibili, o molto più difficile degli umani, da uccidere.

  3. Infezione : gli zombi infettano gli esseri umani, trasformandoli in zombi.

  4. Predazione : gli zombi trattano gli umani come prede, dandogli la caccia e cercando di ucciderli.

  5. Rigor mortis : gli zombi hanno movimenti più lenti / limitati, che ricordano il rigor mortis.

Gli zombi pre-Romero non avevano 1 o 3, avevano 2 e 5 in misura variabile e ne aveva 4 solo nella misura in cui erano controllati da un master. Gli zombi di Romero ne avevano tutti e cinque.

La combinazione di queste cinque proprietà rende un singolo zombi non una grande minaccia, ma significa che sono molto numerosi e i loro ranghi tendono a crescere man mano che il film va avanti. C'è orrore nei morti che non restano morti, nei tuoi ex amici che diventano tuoi nemici e nel sapere che anche se uccidi zombi dopo zombi, rimane ancora un'orda. Ultimamente, abbiamo visto variazioni su questo; 28 Days Later si è sbarazzato di 1, 2 e 5, creando zombi più facili da uccidere (sono solo esseri umani con un virus, quindi tutto ciò che uccide un umano li ucciderà), ma più difficili da superare. Black Summer / Z Nation si è sbarazzato di 5 mantenendo il resto, creando mostri con tutti i punti di forza degli zombi con pochi dei loro punti deboli (gli zombi in Z Nation sembrano molto più facili da uccidere che in Black Summer, ma ciò potrebbe essere dovuto solo a i personaggi hanno più tempo per imparare come).

Aggiungerei che la "mancanza di mente" è una proprietà molto importante degli zombi, il fatto che si comportano più come animali che come persone (al contrario, ad esempio, dei vampiri).


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...