Domanda:
Le luci sono un investimento utile?
Tom
2016-08-11 16:51:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se Terrence Malick è in grado di ottenere immagini così meravigliose utilizzando la luce quasi completamente naturale / disponibile, perché i registi si preoccupano delle luci artificiali?

Dal materiale dietro le quinte, impari la maggior parte delle volte un set è speso in attesa che i gaffer preparino le luci. Oltre all'attrezzatura stessa, questo è un costo enorme: il tempo dei gaffer e dei non gaffer in attesa. Ovviamente, affidarsi alla luce naturale può essere costoso, dato che si attende la giusta combinazione sole / nuvola, ma Malick e altri ottengono immagini fantastiche anche dalle lampadine disponibili (cioè, comunque).

Da Da Revenant a Barry Lyndon a Swingers in scene selezionate in Amadeus e The Bourne Identity, la luce naturale / disponibile viene utilizzata perfettamente e in modo perfetto.

Allora, perché l'altro 98% dei film spende milioni di dollari a pezzo su attrezzature, manodopera e tempo apparentemente non necessari? Quale vantaggio sto trascurando?

Aggiornamento:

Immagino di non aver chiarito la mia domanda. Non è "spiegami la luce" o "l'illuminazione artificiale produce un'immagine diversa". Quelle risposte sono tutte ovvie e inutili. La domanda riguarda più un'analisi costi / benefici. Quindi permettimi di chiarire:

Quanto tempo / denaro viene speso aspettando gaffer / direttori della fotografia rispetto a quanto tempo / denaro sarebbe speso aspettando la luce naturale o utilizzando la luce disponibile che produrrebbe un simile, ma non identica-- immagine? Ovviamente questo varierà in base all'impostazione, all'ora del giorno e così via, ma se disponi di alcune stime di scenari particolari, sarebbe fantastico.

È chiaro dai commenti / risposte che molte persone apprezzano un'estetica visiva stilizzata e deliberata. Io non. Preferisco l'aspetto della luce disponibile e, forse ancora più importante, il posizionamento accidentale della fotocamera. Mi aspetto che queste due strategie siano molto economiche e veloci. E poiché sono - nella migliore delle ipotesi - ambivalente sia che una scena sia "ben illuminata" o abbia una tavolozza di colori distintiva o una messa in scena mirata, allora pensavo che quelle cose fossero un costo inutile. Pertanto, poiché il cinema è un business, mi aspetto che più film favoriscano il posizionamento accidentale della fotocamera e la luce naturale / disponibile. Dato che non lo fanno, mi chiedo quale sia il mio divario logico / cognitivo. Quale delle seguenti affermazioni potrebbe essere vera:

  1. Sovrastimo il costo / tempo relativo dell'illuminazione di un set / luogo;
  2. Sottovaluto il valore che gli altri attribuiscono all'estetica visiva ;
  3. Le pratiche di illuminazione sono vestigia di un tempo in cui una tecnologia cinematografica inferiore richiedeva enormi configurazioni di illuminazione e l'inerzia le ha mantenute;
  4. I contratti di studio richiedono il riempimento di posizioni potenzialmente non necessarie (in parte , a causa dell'opzione 3)?

Dalle risposte finora, il mio pensiero è che almeno le prime tre sono vere, con il numero 2 che è il fattore più importante.

Quali altre variabili non sto tenendo conto?

Potrebbero esserci letteralmente centinaia di ragioni e casi per l'utilizzo dell'illuminazione artificiale. Non tutti i soggetti del film si prestano a luoghi o tempi per fornire il tipo di illuminazione naturale necessaria per una scena.
@sanpaco, la natura arbitraria di ciò che è "necessario per una scena" è una parte importante di ciò di cui sto chiedendo. È necessario perché la pellicola o il sensore non possono vedere nulla / abbastanza in quell'impostazione (e userebbero semplicemente una lampadina di maggiore potenza in un puntello / lampada reale che è comunque nella scena - come in Swingers - non aggiustare questo?), oppure è una scelta stilistica (e se sì, come sono stati associati particolari allestimenti luminosi a determinati stati d'animo / stili?)?
@Tom questo è praticamente il mio punto, ci sono così tanti motivi diversi per cui qualcuno sceglierebbe di utilizzare una particolare fonte di illuminazione, dal tipo di film, al luogo o all'ambientazione della scena, alle preferenze personali del regista, ecc. , solo perché alcune scene / film hanno un bell'aspetto con l'illuminazione naturale non significa che OGNI film avrà lo stesso aspetto. L'uso della luce naturale in The Revenant aggiunge alla sensazione generale e all'atmosfera del film.
Come nota ... sui set * sostituiscono * spesso le lampadine nei corpi illuminanti, ma se vuoi che una stanza appaia buia e vuoi che il paralume sia un bagliore giallo calmo quando visto sulla fotocamera, metterai un Lampadina da 20 watt perché quando metti una lampadina da 100 watt sarà di un bianco brillante e difficile da guardare. Se una fonte di luce è visibile sulla fotocamera, * devi * stare attento a quanta luce emette perché si infiammerà su di te.
In realtà apprezzi l'illuminazione artificiale (migliorando l'illuminazione naturale). Nella maggior parte dei film, la stragrande maggioranza delle volte, l'illuminazione artificiale è fatta abbastanza bene da non notarla. Se non è stato fatto bene, potresti notarlo. Se non è stato fatto affatto, lo noteresti. Dato il tempo e il budget illimitati, i principali registi possono essenzialmente imitare il miglioramento artificiale della luce naturale, anche superandolo. Questa domanda è molto simile a una recente domanda di fotografia sulle foto professionali: quei ragazzi usano la luce naturale ma potrebbero tornare su un sito per settimane per ottenere la luce giusta.
Stai chiedendo un confronto dei costi di un film girato con luce artificiale rispetto allo stesso film girato con luce naturale? È impossibile: il film è stato girato solo in un modo, quindi non sappiamo quanto sarebbe costato in un universo parallelo con diverse decisioni di produzione. Stai chiedendo dei costi associati alla luce naturale in generale? È impossibile perché la natura non è prevedibile. Stai chiedendo differenze medie di costo tra film con illuminazione artificiale e naturale? È impossibile, ci sono troppe altre variabili che influenzano i costi di film diversi. Mi sembra troppo ampio.
@JasonC Risposta lunga: sì. Risposta breve: no. Ovviamente ci sono molte altre variabili. Ma i produttori scrutano questo tipo di numeri tutto il tempo per ottenere una stima dei costi in vari scenari di ripresa (luoghi, date, ordine di ripresa, modelli di fotocamera, ecc.). Questo è quello che stavo chiedendo.
Ok, fermati sul serio! Smetti di modificare la tua domanda fino a farla dimenticare. Hai chiesto cosa volevi chiedere e hai ricevuto risposte. Smetti di rivedere completamente la tua domanda più e più volte e quindi di invalidare tutte le risposte esistenti e perfettamente valide. Se hai una domanda di follow-up completamente diversa, chiedila subito come nuova domanda. Se le risposte alla tua domanda * esistente * non ti soddisfano per qualsiasi motivo, però, anche dire che non ti piacciono le risposte esistenti non ti aiuterà. Se non sei d'accordo con come funzionano le cose, non è colpa di quelle cose.
Quattro risposte:
moviegique
2016-08-12 00:30:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La risposta breve è: hai scelto tre dei registi più talentuosi e, significativamente, viziati della storia (Stanley Kubrick, Terence Malick, Milos Forman) e hai chiesto "Perché non tutti lavorare in questo modo tutto il tempo? " La maggior parte dei registi non può impiegare un anno per girare e la luce artificiale è più coerente e può essere utilizzata in luoghi dove non è luce naturale, come i palcoscenici, dove una sostanziale (la maggior parte? ) le riprese sono terminate.

Risposta più lunga da seguire, sul tema delle condizioni naturali, in generale, nonché dell'illuminazione:

C'è una ragione per cui Hollywood è nella California meridionale (come perfettamente parodiato in LA Story di Steve Martin): il tempo è costantemente soleggiato e caldo, e non devi preoccuparti tanto di un programma ritardato che ti spinge in un clima freddo e piovoso o una stagione nevosa o, come in Florida, una stagione degli uragani .

Anche così, potresti notare che questo tempo viene utilizzato principalmente come una tela bianca. C'è il sole e fa caldo, ma stiamo girando una scena fredda, ventosa e piovosa, quindi aggiungiamo vento e pioggia e mettiamo i nostri attori in giacca e cravatta. Oppure cadiamo nella neve finta. Perché? Perché non optare per condizioni "naturali"?

  • In primo luogo, non si può contare sulle condizioni naturali. La giornata più soleggiata può diventare nuvolosa, anche a So. Cal, dimentica un posto come l'Inghilterra, il Nuovo o il Vecchio. Girare in condizioni naturali significa mettersi alla mercé di Madre Natura, e lei è una vera stronza. Anche in So. Cal, puoi farti fregare perché i ritardi hanno spinto le tue riprese dall'inizio dell'autunno all'inizio dell'inverno, e all'improvviso hai fatto piovere El Nino per un mese. Ora sei ancora più in ritardo. Più ritardi, maggiore è il costo, maggiori sono le possibilità di incontrare problemi di programmazione con il talento e, per i non Kubricks, maggiori sono le possibilità che una produzione venga semplicemente affondata. La luce artificiale è una PITA, certo, ma rispetto a perdere un giorno perché sono arrivate delle nuvole inaspettate? E questo non si considera nemmeno il fatto che le riprese vengono eseguite fuori sequenza, spesso a distanza di settimane.

  • Le condizioni naturali sono scomode e pericolose . Il tempo è duro per le attrezzature. Hai molti cavi elettrici in giro, anche se non stai illuminando. La natura è piena di umidità e aumenta i rischi per il cast e la troupe.

  • Le condizioni naturali, e questo vale in particolare per l'illuminazione, sono limitate . Non c'è niente di naturale nel fare un film. Questo è, essenzialmente, il punto che David Raksin stava facendo su "Lifeboat". Questo è il punto più saliente ed è degno di essere elaborato.

Hai mai filmato qualcosa? O hai anche fatto molte foto? Non l'ho proprio fatto. Forse qualche migliaio di foto e qualche ora nel corso degli anni di famiglia, o scenario o quello che hai. Anche così, le immagini e soprattutto i video possono finire per apparire più scuri di quanto li hai visti con i tuoi occhi, creando una sorta di ottusità che non volevi.

Questa è una pagina web interessante mostrando una ragazza illuminata in tre modi diversi. Puoi vedere la differenza tra illuminazione "corretta" e "impropria" abbastanza chiaramente. Ma nota la prima e la seconda immagine, in particolare:

enter image description here

Guarda l'effetto della luce in quei primi due fotogrammi. Il secondo è illuminato naturalmente, ma non ti "dice" qualcosa? Voglio dire, rispetto alla prima: la prima foto è solo un'immagine neutra di una bella ragazza che sorride. Nella seconda, il suo viso è proiettato nell'ombra.

Se sei un regista, la luce è il tuo strumento principale. Il tuo primo lavoro, soprattutto, è rendere visibile l'immagine. Ma questo è solo schiaffeggiare la vernice. Il tuo prossimo lavoro è usare quella vernice per dire qualcosa.

Così tanti bei film sarebbero semplicemente impossibili con l'illuminazione naturale, almeno in qualsiasi forma riconoscibile. Ad esempio, il terzo uomo: enter image description here

interi registi sono inconcepibili con l'illuminazione naturale, come David Fincher, il cui stile spesso prevede l'ombreggiatura completa degli occhi e dei volti delle persone.

enter image description here

A questo punto vorrei fare una raccomandazione forse strana: guarda Texas Chainsaw Massacre e poi guarda Texas Chainsaw Massacre 2 (le versioni di Tobe Hooper). L'illuminazione artificiale era limitata dal budget e la macchina da presa richiedeva un sacco di luce *. Il sequel è, ovviamente, un film molto meno significativo, ma puoi vedere che Hooper aveva un budget ed è illuminato in tutti i modi folli - qualcosa che ho sentito potrebbe essere stata una reazione consapevole alla confusione delle immagini del film originale.

enter image description here

* Le moderne fotocamere digitali e la post-elaborazione possono lanciare una chiave inglese in tutte queste cose. Ma anche se le fotocamere digitali sono relativamente economiche (rispetto alla pellicola) e molto più robuste e flessibili (consentendo riprese con molta più luce naturale) la post-elaborazione può essere costosa.

Se ascolti i produttori di The Walking Dead, discutono dei problemi di trattare con la natura. Dato che girano molto all'aperto, sono in balia del tempo e della rotazione terrestre. Prova a filmare un sacco di scene notturne all'aperto in piena estate. Non hai molto tempo per filmare più riprese di più scene. Se potessero in qualche modo usare un palcoscenico per quello, allevierebbe un sacco di mal di testa, ne sono sicuro.
Anche se apprezzo la completezza della tua risposta, è tutto materiale di comune conoscenza che non è abbastanza specifico sui costi e dà per scontato che il valore estetico dell'illuminazione si traduca nella vendita dei biglietti e / o nella qualità.
Un altro fattore è che è possibile risparmiare un sacco di soldi, specialmente durante le riprese nei mesi più tortuosi, aspettando solo il tramonto e filmando scene esterne "diurne" con un'enorme quantità di luce artificiale. In questo modo ogni ripresa ha la stessa identica illuminazione e le riprese possono durare 10 ore o più. Inoltre, eventuali chiusure stradali necessarie vengono effettuate durante le ore non di punta.
* "La giornata più soleggiata può diventare nuvolosa, anche a So. Cal, dimenticati di un posto come l'Inghilterra" * Ho sentito che in Inghilterra, sono diventati così abituati a filmare in condizioni nuvolose che in una giornata di sole aspettano davvero in modo che si annebbi prima di iniziare una scena.
@AndrewThompson: Non credo che ci sia una pratica generale nel Regno Unito per evitare di filmare alla luce del sole e filmare solo con cielo coperto. Ma suppongo che se la giornata è parzialmente nuvolosa (come oggi è dove mi trovo in effetti, forse il 70% di copertura irregolare), probabilmente dovrai sceglierne uno e mantenerlo per le ripetizioni.
Solo nei pochi minuti trascorsi da quando ho realizzato quel palo, la strada fuori di me è passata da ombre nette a ombre quasi del tutto assenti, e viceversa, più di una volta. Capirei se il regista preferisse aspettare una nuvolosità costante piuttosto che cambiare la luminosità di un ordine di grandezza tra gli scatti o anche a metà ripresa :-) Mentre se aspetti una luce solare costante oggi, potresti non riprendere nulla. Che tu ci creda o no, però, anche il Regno Unito ha giornate serene tutto il giorno, ea volte nei film britannici si vede il cielo azzurro!
@Tom Questa risposta non risponde alla tua domanda "Che vantaggio c'è che sto trascurando" o "Quali altre variabili non sto tenendo conto" ...? Penso che li copra molto bene.
A proposito di quella prima serie di foto: quella di sinistra è orribilmente piatta, come se fosse stata illuminata da qualcuno che non sa cosa sta facendo, o da qualcuno che cerca deliberatamente un effetto artificiale, e quella centrale è decisamente * non * illuminato naturalmente, non più di quanto Morgan Freeman sia in basso.
Catija
2016-08-12 00:27:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è molto che manca con la luce naturale e c'è molto che non si può fare se ti affidi alla luce naturale e la maggior parte di essa riguarda il controllo del tuo set.

La luce naturale è fantastica ... se vuoi la luce naturale. Ha un bagliore caldo che si sente davvero bello sul film. Non può essere battuto ... se questo è l'aspetto che desideri.

La luce naturale non è sempre ciò che una persona vuole, però.

A volte hai una scena estenuante che richiederà tempo per passare ... significa ore ... indovina cosa farà quella luce ... Quella grande palla di luce nel cielo (il sole ) sta per spostarsi. E se la scena dovrebbe svolgersi in 15 minuti ma ci vogliono sei ore per riprenderla ... la tua luce non corrisponderà quando andrai a modificare la scena. Sembra minore ma può essere molto evidente.

Con un kit di luci, controlli il "sole". Non si muove. Puoi scattare per 12 ore di fila senza mai spostare la "sorgente" e la tua luce sarà perfetta e costante.

Malick ama scattare in luoghi reali e, essendo un autore, sceglie di finanziare da solo la maggior parte della sua progetti e produrli in modo relativamente economico ... ha questa opzione. Riprende molto all'esterno, nelle case reali ... luoghi con finestre e luce disponibile da usare e scatta semplicemente - cattura molto "nel momento" senza necessariamente ripetere le riprese ... vuole che sia reale. Se scatti in questo modo (soprattutto all'aperto), non hai bisogno di luci ... o non puoi usare le luci perché sei limitato dal sole (a meno che non sia notte).

Molti film (e in particolare programmi televisivi) sono girati su palcoscenici. Sono spazi giganteschi e bui progettati per tenere fuori il sole in modo che tutto possa essere controllato. La luce naturale non è un'opzione ... e, spesso, non vogliono che lo sia perché vogliono quel controllo. Vogliono essere in grado di scattare la notte per il giorno o il giorno per la notte ... se possono controllare la luce, non devono scattare durante la notte quando hanno bisogno di una scena che si svolge di notte, hanno semplicemente abbassato le luci fuori dal "windows" e spara a mezzogiorno. È pratico. Le riprese notturne sono costose e le persone le odiano.

Un'altra cosa è che è più facile ottenere catture di buona qualità quando le cose sono "troppo illuminate". Se non sei mai stato su un set prima, rimarrai sorpreso da quanto sia brillante spesso. Hai più opzioni nelle impostazioni di apertura dell'obiettivo, che ti consentono di scegliere tra una gamma più ampia di profondità focali. Se non ottieni abbastanza luce dalla luce naturale (come durante le riprese all'interno), sei limitato nelle scelte di apertura.

La luce crea anche l'atmosfera. A volte vuoi quell'aspetto verde granuloso di orribile luce fluorescente ... A volte vuoi che un raggio di luce cada su qualcosa che altrimenti è in ombra. A volte vuoi scattare di notte, il che richiede di illuminare leggermente l'area. Tu (come essere umano) potresti essere in grado di vedere bene al chiaro di luna, ma il supporto di registrazione della fotocamera (sia cinematografica che digitale) non è eccezionale in situazioni di scarsa illuminazione ... ha bisogno di più luce per registrare le immagini, quindi le luci sono necessarie.


Sembra che tu abbia l'impressione che non accada nulla mentre i gaffer sono al lavoro per sistemare le luci.

Se stanno facendo l'illuminazione iniziale del set, di solito è la prima cosa la mattina e tutti gli altri fanno altre cose. La telecamera sta sistemando l'attrezzatura, il suono si sta preparando, il cast è truccato e guardaroba, il regista sta rivedendo la sceneggiatura, parlando con il cast, i produttori ... tutti sono occupati.

Se devono regolare le luci nel bel mezzo della giornata di riprese, il tempo viene spesso utilizzato dal talento per provare le battute o il blocco, per discutere la scena e l'emozione in essa con il regista o tra loro ... o per farsi ritoccare il trucco e il guardaroba. La fotocamera spesso utilizza quel tempo anche per impostare la cornice, qualsiasi movimento della fotocamera, ecc.

Questo tempo è prezioso e utilizzato da molti reparti diversi, non solo dal team di illuminazione.

Inoltre, se vengono utilizzati più set in un giorno, i gaffer possono montarne uno mentre tutti gli altri sono a colazione e lasciare una o due persone di guardia per "aggiustare" le cose ... e poi inviare il resto del team a illumina un altro spazio in modo che sia pronto quando si spostano su quella scena (supponendo che abbiano attrezzatura sufficiente).

Sì, ci sono certamente momenti in cui stai aspettando che il gaffer aggiusti qualcosa, ma di solito non è ore o anche decine di minuti ... a meno che non si tratti di un cambiamento importante, stai aspettando solo un paio di minuti.

Quanto tempo passi ad aspettare un gaffer rispetto a quanto tempo passi ad aspettare per la luce naturale ... beh, se sei su un palcoscenico, aspetterai quella luce naturale per anni ... fino a quando l'edificio non crolla e la luce entra dalle fessure del muri.

Qualsiasi tipo di set per interni richiede l'illuminazione a meno che non ti trovi in ​​una casa magica con finestre ovunque.

Quindi, diamo un'occhiata ai tuoi punti:

  1. Sovrastimo il costo / tempo relativo dell'illuminazione di un set / luogo

Come ho cercato di spiegare sopra, presumi che questa volta richieda che tutti gli altri sul set aspettino che la troupe delle luci faccia il proprio lavoro. Questo non è il caso. Tieni presente anche che molti studi possiedono i propri kit di illuminazione per qualsiasi cosa girata nei lotti, quindi pagarli in base al film non è davvero un problema. Potrebbero doverli acquistare per averli a portata di mano e poi pagare per la manutenzione e l'archiviazione, ma non devono acquistare o noleggiare nuove luci per ogni film a meno che il DP non voglia qualcosa di veramente stravagante e nuovo ... che probabilmente verrà utilizzato su progetti futuri, quindi il costo viene condiviso.

Se sono sul posto e devono noleggiare, sì, le cose possono diventare molto costose, ma ne vale davvero la pena.

  1. Sottovaluto valore che altri attribuiscono all'estetica visiva.

Per me è divertente che qualcuno che apprezza il lavoro di Malick non si preoccupi dell'estetica. I suoi film sono tutti sull'estetica. L'intero lavoro di un direttore della fotografia è quello di rendere un film unico, speciale e (di solito) bello. Senza di loro, tutto sarebbe come una TV diurna o un film casalingo. Credimi, ti interessa di più l'estetica di quanto pensi ... è solo che i bravi direttori della fotografia fanno quello che fanno in un modo che tu non riconosca il lavoro che è stato fatto.

  1. Le pratiche di illuminazione sono vestigia di un tempo in cui una tecnologia cinematografica inferiore richiedeva enormi configurazioni di illuminazione e l'inerzia le ha mantenute.

No. In effetti, i media digitali sono (a questo punto) peggiori con l'acquisizione della luce rispetto alle pellicole. Ne discuto a lungo qui. Semmai, scattare in digitale richiede più lavoro sull'illuminazione, non meno. Inoltre, con l'aggiunta del LED come opzione di illuminazione negli ultimi 10 anni circa, le scelte per l'illuminazione sono molto più varie ora di quanto non fossero. Le luci stanno diventando più piccole, più leggere e non rimandano tanto calore, quindi sono più efficienti dal punto di vista energetico e meno costose da gestire.

  1. I contratti di Studio richiedono il riempimento di posizioni potenzialmente non necessarie.

Queste posizioni non sono inutili. Anche se scatti tutto ciò che puoi con luce naturale o disponibile, quella luce deve comunque essere modellata da qualcuno. Le impugnature devono ancora segnalare la luce solare eccessivamente intensa. Qualcuno deve scegliere quale temperatura di colore della lampadina mettere negli apparecchi sul set e ombreggiare qualsiasi illuminazione indesiderata. Qualcuno deve essere presente quando vuoi girare di notte per usare le luci reali per dare struttura al set.

Gli studi cinematografici sono economici ... e registi indipendenti (con cui ho lavorato molto) non hanno soldi da sprecare ... sanno che se l'illuminazione è buona, otterranno un prodotto migliore. Se fosse più conveniente non spendere una grossa fetta di budget per l'illuminazione e la troupe, lo farebbero ... vale davvero la pena spendere soldi per l'illuminazione e i gaffer.

+1 ma "Ha una luce calda" ?? Sei in California? ... Non lavoro su scatti con qualcosa di caldo - la maggior parte delle volte sembra ancora gelare a giugno, pioggia laterale, nella migliore delle ipotesi, cieli grigi piatti ... descriverebbe più adeguatamente le riprese medie giornata a Londra .. [scherzo] ;-)
Texas;) "bagliore caldo" è gentile. : P
Vedi il mio commento sopra. Non è che non mi interessi mai dell'estetica (non l'ho mai detto); è che quasi l'unica volta che l'estetica visiva mi colpisce bene è quando è con luce naturale.
@Tom Va bene ... tieni presente che l'estetica è assolutamente soggettiva e non qualcosa di cui possiamo davvero discutere in un modo "è meglio" qui ... Se ti piace solo l'estetica della luce naturale, va bene ma non lo fa ' Ciò significa che è migliore o più prezioso di un'estetica scura e grintosa o anche di una semplice configurazione di illuminazione a 3 punti. Il tipo di film spesso determina quale deve essere l'estetica ... è difficile ottenere l'atmosfera di un film poliziesco duro con la luce naturale.
Quali sono le preferenze estetiche degli altri? Dove lo chiedi? Ciò che piace esteticamente agli altri è fuori tema qui. Non siamo un posto per discutere di opinioni ... questo è esattamente il mio punto. Non si tratta di cosa c'è di meglio ... si tratta di opinioni ... La soggettività è consentita solo fino a un certo punto e chiedere a qualcuno "Qual è la tua estetica cinematografica preferita?" si sarebbe chiuso in un baleno come "principalmente basato sull'opinione".
@Tom Sarò onesto. La tua domanda sembra una sfuriata contro i film che hanno un'estetica diversa dalla tua. Tutto quello che ho fatto è far notare che la tua estetica non è condivisa da tutti sul pianeta e non puoi aspettarti che lo sia. Solo perché ** tu ** non vedi alcun valore nell'estetica dei progetti che utilizzano un'illuminazione diversa da quella naturale non significa che non ci sia alcun valore in essa.
-1
@Tom: Hai "fatto un punto" e poi l'hai respinto. Molti di noi ti stanno dicendo questo, ma tu rifiuti di accettarlo. Le persone fanno film (come azienda) per attirare gli spettatori. Gli spettatori, anche quelli che, come te, affermano di non preoccuparsi dell'aspetto, vogliono qualcosa che sembri bello e appropriato e scattare senza miglioramento dell'illuminazione non sembra buono se non in circostanze ideali (e costose). BTW, "discutere" le tue ipotesi come aggiornamento alla tua domanda, poi insulti quando le persone cercano di aiutarci con la massima pretesa narcisistica.
@Wayne Non sono sicuro di dove sia questo "insulti". In secondo luogo, non credo che pretendere significhi ciò che pensi significhi. In terzo luogo, ho ignorato il punto perché è irrilevante per la domanda (vedere il nuovo aggiornamento per una descrizione ancora più esplicita). Infine, se è più costoso, dove sono i dati? La parola di un tizio a caso su Internet non convincerà nessuno.
BrettFromLA
2016-08-12 00:11:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come ha commentato @sanpaco, ci sono molte ragioni per usare l'illuminazione artificiale:

  • Qualsiasi set su un palcoscenico non avrà intrinsecamente luci (o solo luci sul soffitto). Dovrà essere illuminato artificialmente.
  • Se una scena diurna viene girata di notte, dovrà essere illuminata.
  • Se viene girata una scena notturna all'aperto, al chiaro di luna non sarà sufficientemente luminoso per una fotocamera e saranno necessarie luci artificiali.
  • Se una scena deve essere ripresa più volte da diverse angolazioni, la luce naturale continuerà a cambiare e gli scatti non corrisponderanno quando modificati insieme. Ciò sarà particolarmente vero se le riprese sono necessarie giorni o settimane dopo.

Principalmente, come ex regista e attuale YouTuber io stesso, uso la luce artisticamente. I colori della luce (caldo / freddo per esempio), la direzione della luce, l'uso dell'ombra, la luce che scorre attraverso una finestra ... questi sono tutti tocchi artistici tanto quanto le decorazioni del set, i costumi, il trucco, il lavoro di ripresa e persino la recitazione. Penso semplicemente al lighting design come uno strumento artistico in più per aiutare a trasmettere uno stato d'animo e un messaggio, e più controllo artistico ho, migliore sarà la mia arte.

ump
2016-08-12 04:00:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Devi anche considerare la luce intensa e la luce morbida. Il primo è diretto e fa sembrare la pelle un inferno, quindi i fotografi di moda che scattano in bikini su una spiaggia potrebbero dover erigere schermi diffusori per ammorbidire il sole o bloccarli del tutto per usare il flash.

Poi c'è direzione della luce. Se esegui 100 riprese che dovrebbero far parte di una scena di 2 minuti, devono avere tutte la stessa luce. Questo non sarà il caso se scatti semplicemente tutto il giorno con la luce del sole: la direzione dell'ombra cambierà, l'intensità della luce, il colore della luce e la lunghezza delle ombre.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...