Domanda:
Quanto è credibile la fine di Collateral?
tshepang
2011-12-02 15:07:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ecco cosa succede alla fine di Collateral (2004):

Il tassista riesce a sconfiggere un sicario altamente qualificato.

È solo fortuna? Dovremmo accettare questo come un errore da parte dei registi o c'è qualcosa che mi manca?

Quattordici risposte:
#1
+20
Anonymous
2014-06-08 12:28:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La maggior parte delle persone non capisce il finale e pensa che sia solo un tradizionale lieto fine di Hollywood, un altro deus ex machina per darci ciò che ci aspettiamo.

Pochissimi spettatori sembrano rendersi conto che il finale è non solo il confronto finale tra Max e Vincent, ma tra la loro stessa filosofia sulla vita stessa. Vincent è un sicario estremamente ben disciplinato, ma la sua visione è fondamentalmente nichilista. Mentre apprezza la spontaneità incarnata dalla musica jazz di cui discutono, e sembra prosperare sull'adattabilità, alla fine perde lo scontro a fuoco proprio perché è diventato troppo fissato nei suoi schemi (in particolare, la sua tecnica meccanica di sparare a un'esercitazione fallimentare di tipo mozambicano colpendo due volte lo sterno e un terzo colpo alla testa).

Al contrario, Max, l'uomo che ha vissuto gli ultimi dodici anni della sua vita in uno schema automatizzato e irreggimentato (visita sua madre, mantieni pulito il taxi, guarda sempre la sua foto delle Maldive per calmarti i suoi nervi, ecc.), impara tramite Vincent a rompere le sue abitudini e realizzare le sue piene capacità come persona. I discorsi di Vincent sull'improvvisazione, l'adattamento, l'assunzione di rischi e l'apprezzamento della spontaneità preparano il terreno per la trasformazione di Max, e sono le minacce di Vincent che lo costringono ad agire quando Vincent finalmente inizia a minacciare le persone a cui tiene (sua madre, Daniel, Annie, ecc.) . Sotto stress, Max riesce a ritrovare se stesso e riesce a mettere su una performance per Felix, fa schiantare il taxi per strappare il controllo della situazione a Vincent, e alla fine riesce a raccogliere il coraggio per affrontarlo direttamente nelle ultime scene. / p>

Entrando nella sparatoria finale, questi fattori hanno determinato chi ha vinto e perché. Vincent rimane bloccato seguendo il suo percorso predeterminato di uccidere Annie, e non riesce a liberarsi dal suo imperativo di finire il lavoro, anche se un sicario esperto come avrebbe dovuto sapere che a quel punto lo avrebbe annullato. Max si è trovato sotto tiro e, una volta che la corsa non è più un'opzione, si rende conto che deve finalmente prendere una posizione. Penultima affermazione di Vincent "Lo faccio per vivere!" riflette il fatto che non conosce o ricorda più un modo diverso da quello che sta facendo.

Al momento dello sparo, Vincent tenta di ingaggiare Max usando la stessa identica tattica che ha usato per tutto il film: doppio tocco al petto seguito da un colpo alla testa. Vede Max, punta a Max, spara ... ma non è più in grado di elaborare i cambiamenti o adattarsi ad essi, e non riesce a registrare o reagire alla presenza del telaio della porta in acciaio tra di loro. Tutti e tre i colpi del suo S&W rubato colpiscono il telaio della porta e non riescono a penetrare (il che è abbastanza realistico). Al contrario, possiamo vedere Max chiudere chiaramente gli occhi e sparare alla cieca. Non è diventato un pistolero super abile, ha semplicemente imparato a lasciar andare e agire piuttosto che bloccare, ritardare o negare la realtà. La maggior parte dei suoi colpi si scatena, ma uno passa attraverso la finestra ed è abbastanza buono da segnare un colpo vitale su Vincent. Fortuna, ma fortuna guidata dai rispettivi stati mentali in quel momento. Max ha vinto perché è riuscito a imparare dalla filosofia di Vincent, mentre Vincent è morto perché ha perso le tracce della stessa.

Benvenuto in Movies & TV e congratulazioni per una risposta di debutto straordinariamente grande su uno dei migliori film di * Mann *! Mi sembra assolutamente ragionevole e appropriato, grazie mille.
Ottima risposta. Mi piace molto questo film ma, come hai detto tu, non ho mai veramente colto le correnti sotterranee. Di recente l'ho guardato su un canale premium e sei molto azzeccato con la tua analisi. Come ha detto Napoleon Wilson, benvenuto a Movies.SE. Spero che resterai nei paraggi.
#2
+12
phwd
2011-12-03 06:52:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È davvero sottovalutato da Vincent. Per tutto il film ha continuato a usare Max come tassista partendo dal presupposto che non c'era nulla che Max avrebbe cercato di fare per ferire Vincent. Ad esempio, dopo aver sparato nell'incidente del club, Vincent ha mantenuto il controllo sparando all'agente dell'FBI e dicendo a Max di tornare in macchina.

Il passaggio alla morte di Vincent lo mostra ansioso di finire anche il suo ultimo colpo come forse un po 'sfinito dalla lunga notte e cercando di salire sul retro del treno. Inoltre c'è stato un breve blackout proprio prima che Max e Vincent iniziassero a sparare alla porta. Non è chiaro se il proiettile che ha colpito Max provenisse effettivamente dalla parte della finestra o dalla parte metallica della porta.

Con tutti questi fattori inclusi e permettendo al pubblico di credere in un po 'di fortuna, penso possiamo accettare la scena come una vera realtà.

La persona colpita era un agente di polizia, non un agente dell'FBI.
#3
+10
Nick T
2011-12-24 06:42:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La sparatoria finale vede Vincent che esegue la sua esercitazione in Mozambico altamente praticata e raffinata (una delle preferite di Mann, chiaramente evidenziata dai buchi nelle portiere del proiettili che rimbalzano attraverso il vetro per caso.

L'addestramento di Vincent potrebbe aver preso il sopravvento come al solito e lo ha spinto a fare la cosa sbagliata in quella situazione di nicchia.

Puoi riformulare l'ultima frase. Attualmente è difficile da leggere.
#4
+6
Napoleon Wilson
2011-12-02 22:10:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non lo definirei un errore, ma è davvero fortuna.

A me è piaciuto particolarmente e l'ho trovato in qualche modo realistico. La fortuna è qualcosa spesso considerato irrealistico perché aspettiamo che i film si svolgano in modo prevedibile (un tassista che non ha alcuna possibilità contro un sicario addestrato). Ma in effetti la fortuna è qualcosa di completamente realistico e accade nella vita reale, ma non così prevedibile o probabile. Allora perché non lasciare che Max sia fortunato, anche Vincent è solo un umano.

In effetti Vincent non è stato sconfitto in uno scontro a fuoco tattico in cui avrebbe potuto giocare i suoi punti di forza, ma in una situazione più o meno sorprendente. È davvero un po 'strano che Max non abbia una piccola ferita (non ricordo in dettaglio, forse ha ottenuto) ma in questa particolare situazione (la scena finale con entrambi in piedi uno di fronte all'altro dietro le porte del treno) non c'era' Vincent potrebbe fare di meglio con i suoi anni di formazione ed esperienza che contare sulla sua fortuna, come Max.

Max non si ferisce.
#5
+6
Caleb Jackson
2016-07-30 13:00:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

"Sono stato fortunato con le luci" ... "Guy sale sull'MTA, muore, nessuno se ne accorge" ... entrambi questi erano grandi usi di prefigurazione, se me lo chiedi, quando Max incontra Vincent per la prima volta.

La cosa grandiosa di questo film è che puoi trarne quello che vuoi. Molte persone dicono che Vincent non avrebbe mai ucciso Max. Credo che lo fosse. Vincent avrebbe ucciso Max, fin dall'inizio.

Vincent stava cercando di convincere Max a vivere la sua vita al massimo, per l'ultima notte. Vincent ha avuto il controllo completo della situazione per tutta la notte, anche quando Max ha buttato la valigetta sull'autostrada Vincent lo ha comunque convinto ad andare da Felix. L'unico momento in cui Vincent ha perso il controllo dell'intera situazione è stato quando Max ha finalmente raggiunto il suo punto di rottura e distrugge la macchina.

L'ultima conversazione che Max e Vincent hanno avuto nel taxi ha toccato così profondamente Max, che ha completato la sua trasformazione e ora era in questo stato d'animo Non mi interessa cosa succede . Cogli l'attimo; agire d'impulso.

Il relitto del taxi li ha feriti entrambi. Vincent prosegue per cercare di completare il suo incarico. Max stava per lasciarlo andare, perché finalmente era finita (per lui), ma poi si accorge che Annie è il suo ultimo obiettivo. Lui, ancora una volta, agisce d'impulso e decide di salvarla. Poiché Vincent è bloccato nella sua routine, che in realtà era contro tutto ciò che aveva predicato a Max, Max è stato in grado di trovarlo e salvare Annie appena in tempo. Max gli spara all'orecchio, il colpo abbatte Vincent. Max e Annie decollano. A quel punto sai che Max ce la farà, perché Vincent stava iniziando a diventare più debole e lento. Lancia la sedia ma poi cade. La percezione della profondità di Vincent sembra essere un po 'fuori posto. Questo è facilmente spiegabile, perché dopo tutto è stato coinvolto in un incidente d'auto e gli hanno sparato all'orecchio.

C'è un'altra piccola cosa accaduta durante la scena dell'inseguimento che si aggiunge alla mia teoria e cioè quando vengono fermati alla stazione e Vincent sta aspettando fuori per sparargli, la porta sta per chiudersi e Vincent lotta con la porta e correndo. Quindi Vincent sta diventando un po 'sciatto già prima dello scontro finale.

La resa dei conti finale avviene quindi e ora ci sono molti fattori su come Max ha vinto.

  1. Max si sta adattando e agendo d'impulso e correndo rischi; tutto ciò che non era prima.
  2. Vincent è bloccato nella stessa routine, anche nella sua tecnica di tiro, quando spara i proiettili alla porta invece di rompere la routine adattandosi all'ambiente. A questo punto Vincent era davvero tutto quello che Max era all'inizio.
  3. Vincent è già infortunato gravemente.
  4. Le luci hanno aiutato a favore di Max.

Quindi è così che Max ha vinto, secondo me. Ha iniziato a vincere nel momento in cui ha distrutto il taxi.

#6
+5
Mistah Mix
2014-03-10 19:52:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non molto credibile.

Per Vincent era chiaro che la sua copertura era saltata e che fuggire era molto più importante che finire i suoi successi, nonostante le sue discussioni con Max sull'insensatezza della vita, Era ovvio che Vincent avesse pianificato di vivere questo incarico fin dall'inizio. Ciò rende le sue azioni alla fine così incongrue in quanto nulla prima di esse rifletteva il desiderio di Vincent di porre fine alla propria vita.

Per quanto riguarda Max: senza apparente addestramento militare o tattico come ci si poteva aspettare il fuoco e colpire qualcuno in una situazione così carica di emozioni supera la "fortuna" e rasenta l'improbabile. È noto che i tiratori addestrati mancano i bersagli a distanza ravvicinata in condizioni ideali, quindi un "colpo fortunato" che uccide, non ferisce qualcuno, specialmente quando non era un colpo alla testa sa di presunzione narrativa.

Infine, la maggior parte le ferite da proiettile non sono mortali nonostante ciò che le persone sono state addestrate a credere da Hollywood. Se Vincent fosse stato disteso sul pavimento sanguinante, la scena sarebbe stata un po 'più "realistica". Averlo seduto e morire passivamente è ancora una volta più un espediente narrativo che altro.

Sfortunatamente, a meno che non sorprendi un assassino professionista e gli spari da un'imboscata, le tue probabilità di sopravvivere a un incontro con lui sono estremamente basse , al confine con il miracoloso.

* "Ciò rende le sue azioni alla fine così incongrue in quanto nulla prima di esse rifletteva il desiderio di Vincent di porre fine alla propria vita." * - E ciò che ti fa pensare che le sue azioni alla fine riflettessero il desiderio di porre fine alla sua stessa vita ?
Prova a rileggere la risposta poiché sembra che tu abbia frainteso ciò che ho scritto,
#7
+2
Devil's Advocate
2012-05-30 00:54:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è sempre la possibilità che Vincent avesse iniziato ad apprezzare Max e fosse stanco del suo lavoro. Forse Vincent era pronto perché finisse.

Personalmente mi piace pensare che sia una combinazione di questa e delle altre risposte.

#8
+1
David Harkness
2012-06-22 08:02:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Puoi vedere Max fare un piccolo passo di lato mentre spara. Forse sparando una o due volte - dando a Vincent un bersaglio - e poi spostandosi, Vincent ha finito per sparare nel punto sbagliato.

Anche se questo è logico e fa sembrare Max intelligente, Vincent stava scaricando la sua arma attraverso una piccola finestra con Max direttamente nel percorso. Non vedo davvero come Max possa essere rimasto indenne a parte la fortuna.

#9
+1
Zachary Lehocki
2014-07-30 23:49:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho sempre amato questa scena, è la mia parte preferita del film alla fine. È una scena di Underdog Winning, in tutto il senso logico Max non avrebbe dovuto vincere, era contro un professionista esperto, addestrato e altamente qualificato Max non aveva una formazione per nulla del genere (per quanto ne sappiamo era un tassista) Max non lo era Non è nemmeno un dilettante nell'uccidere era un principiante assoluto quella scena in cui Max sta girando sul treno è stata probabilmente la sua prima volta in assoluto che sparava con una pistola nella sua vita Vincent probabilmente aveva sparato con una pistola migliaia di volte nella sua vita (era un professionista sicario per anni)

Quindi è credibile che ciò accada nella realtà? Ci sono alcune cose che dobbiamo affrontare prima di poter rispondere a questa domanda. In primo luogo, ecco la cosa che la maggior parte delle persone sembra passare ciò che non sembrano capire. Quando due o più persone sono in combattimento tra loro non è solo una questione di abilità che determinerà chi vince e chi perde, ma anche una questione di circostanze che sarà un fattore determinante di chi vince. L'abilità e l'esperienza sono ovviamente un fattore importante, ma anche le circostanze particolari in cui si trovano i concorrenti sono un altro fattore. Se sei un sicario professionista ma disarmato e un'altra persona è armata con una pistola e ti capita di avere un tiro chiaro contro di te, non importa quanto più abile non importa quanto tu sia più esperto di quella persona in quella circostanza, ovviamente lo faranno ucciderti. Le circostanze erano talmente sbilanciate a loro favore, che se dovessero prendere il sopravvento ti batteranno nonostante siano meno abili. Ovviamente questo è un esempio estremo, ma capisci il mio punto, in un combattimento la circostanza in cui i concorrenti competono è importante, non è solo la loro abilità che conta!

Non sono un giocatore di basket molto abile, ma ho segnato alcuni ottimi tiri prima, tiri perfetti proprio in rete da diversi metri di distanza. Se dovessi sommare tutti i miei migliori punteggi nel basket che ho avuto nella mia vita e confrontarli anche con i migliori punteggi dei giocatori di basket professionisti che hanno avuto in qualsiasi partita casuale, potrei benissimo uscire con punteggi più alti di loro. Qualcuno potrebbe confrontare i nostri punteggi e concludere che i miei punteggi sono più alti di un giocatore di basket professionista! Ma un confronto del genere non sarebbe molto significativo perché il bias delle circostanze era troppo a mio favore guardando i miei punti solo nella mia migliore circostanza e guardando i punti di un giocatore di basket professionista nelle loro circostanze medie. Ma potrei ancora essere costretto a battere un professionista con sufficiente pregiudizio per le circostanze.

Allora quali erano le circostanze di Max e Vincent alla fine? erano abbastanza a favore di Max perché fosse concepibile che potesse vincere? In realtà alla fine le circostanze non sembravano favorire nessuno dei due. Ma sembravano rendere le abilità di Vincent inutili nella situazione. Alla fine Max era alla fine del treno con Vincent che gli si avvicinava (gridandogli "Lo faccio per vivere!" Intimidendolo a fare marcia indietro sapendo che ovviamente è molto più abile di Max). Max sapendo di essere in un vicolo cieco raccoglie abbastanza coraggio per voltarsi e iniziare a sparare nella direzione generale di Vincent (nervosamente, quindi spara con gli occhi chiusi) con Max che spara a Vincent segue una sparatoria tra di loro ma quando Max ha sparato il suo primo colpo le luci sul treno escono, quindi nessuno dei due poteva vedersi attraverso i finestrini del treno, non potevano nemmeno localizzarsi da dove provenivano i loro colpi perché non potevano vedere da dove provenivano i loro colpi dalle luci erano completamente fuori. Vincent stava sparando più abilmente con la sua pistola facendo il suo noto doppio petto seguito dalla tecnica del colpo alla testa mentre Max stava solo sparando nervosamente e spaventato, ma Vincent essendo più abile potrebbe NON averlo fatto molto meglio o meglio in queste circostanze. Molte persone qui dicono che è stata solo fortuna, sì, potrebbe essere solo fortuna che Max abbia vinto. Non sono molto abile con una mazza da golf ma ho qualche idea di come usarla, Max avrebbe avuto un'idea di come usare una pistola (anche se fosse la prima volta che ne usava una) e questo potrebbe essere sufficiente in queste circostanze . Se mi prendi, piegami alla cieca, dammi una mazza da golf e indicami la direzione generale della buca e porta un giocatore di golf professionista piega gli occhi alla cieca indicali nella direzione generale della buca il fatto che il professionista è lontano più abile con una mazza da golf di me potrebbe non farle molto meglio o meglio in queste circostanze, circostanze simili a quelle di Max e Vincent alla fine del film. Se continuiamo a fare abbastanza tiri con le nostre mazze, uno di noi alla fine finirà nel buco, il fatto che io sia contro un professionista potrebbe non fare molta differenza qui, potrebbe essere il gioco di qualsiasi uomo (solo per fortuna)

Quindi, in conclusione, direi di sì, è credibile che Max possa battere Vincent quando metti le cose in prospettiva. Non è così pazzo come sembra a prima vista. A volte può succedere nelle giuste circostanze, un dilettante totale può battere un professionista preparato. Non è probabile che accada, ma potrebbe accadere.

#10
  0
Johnny Bones
2014-03-11 00:43:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ecco il punto; Il personaggio di Cruise è un sicario, ma non c'è alcuna indicazione che i suoi successi abbiano mai saputo che il successo sarebbe arrivato. Uccidere qualcuno, pur richiedendo una certa determinazione, non richiede necessariamente un'enorme quantità di abilità se la vittima non è consapevole di essere un bersaglio. In quanto tale, è possibile credere che il personaggio di Cruise sia stato sconfitto dal personaggio di Foxx in quanto, in uno scontro faccia a faccia, entrambi si trovano su un terreno simile. Non ricordo se si diceva che il personaggio di Cruise avesse o meno esperienza di combattimento, quindi presumo che nessuno dei due avesse mai sparato con un'arma a qualcuno che gli rispondeva.

Ora, il rovescio della medaglia è che è probabile che il personaggio di Foxx non abbia mai sparato con una pistola, punto. Non avrebbe familiarità con il rinculo e l'avvistamento di un bersaglio. Sotto questo aspetto, il carattere di Cruise ha chiaramente il sopravvento. Ma su un treno in movimento, che tende a tremare in una certa misura, quel vantaggio potrebbe essere superato da un po 'di fortuna. Forse ha tremato nel momento esatto in cui i grilletti sono stati premuti? Il personaggio di Foxx avrebbe potuto essere allontanato, proprio come il personaggio di Cruise è stato spinto sul percorso del proiettile.

La maggior parte dei film d'azione, in una certa misura, richiede una "sospensione dell'incredulità". Pochissimi di loro sono effettivamente plausibili. Quindi, in quell'universo, direi che è assolutamente possibile accettare il risultato.

Sebbene le precedenti azioni di * Vincent * (nella strada secondaria e nel club) dimostrino che è davvero capace di agire in modo rapido e preciso e sembra un combattente molto allenato nel complesso. Eppure sono d'accordo sul fatto che in questa particolare situazione in treno non sia stato di grande aiuto.
#11
  0
oldage
2015-07-07 18:03:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Vincent ha avuto la possibilità di uccidere max. Sono sicuro che abbia un proiettile in più per ricaricare la sua pistola, ma per cosa? Sta morendo comunque. Mostra solo la sportività di Vincent. Un atto di professionista.

#12
  0
scandacelt
2016-01-06 08:35:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La scena è credibile nel senso che cose strane del genere sono già successe. Se Max è stato fortunato al primo colpo, ogni scatto che Vincent prende dopo sarà influenzato / alterato dalla sua ferita, proprio come il fatto che lasci cadere la clip è il risultato della sua ferita. Mi chiedevo se fosse plausibile per Vincent abbandonare il suo anonimato per perseguire Max e l'avvocato, ma tutta la sua carriera era in pericolo e le sue opzioni erano limitate.

#13
  0
dave
2020-08-22 01:15:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Molte cabine hanno vetri o divisori balistici resistenti. Max potrebbe aver sperato che il vetro della metropolitana potesse resistere a uno sparo. La prova che potrebbe pensare in questo modo è quando va a salvare Annie, e si trova nel livello principale dell'edificio degli uffici, spara al vetro due volte in rapida successione.

Nello scontro a fuoco finale, si trova in vista chiara per Vincent per scattare una foto, cosa che fa Vincent. Il vetro si rompe e Max spara a Vincent, probabilmente ferendolo. Max poi si sposta alla sua destra per cercare di mettersi al riparo tra le porte.

Vincent poi spara e colpisce la porta di metallo a distanza molto ravvicinata. Probabilmente si aspetta che i proiettili penetrino la porta e colpiscano Max.

Max aveva ragione nella sua ipotesi, Vincent no.

#14
-1
Jeremy Bone
2013-04-06 13:04:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questo finale era inaccettabile perché Cruise ha chiaramente dimostrato di essere un sicario di prim'ordine. Non crederò per un secondo che possa eliminare almeno 5 agenti federali addestrati nella scena del club e poi farsi ammazzare da un tassista. La trasformazione di Jamie Foxx nel film da un ragazzo comune a un tosto in una notte è completamente irrealistica.

Non erano agenti federali. Erano guardie del corpo della sua vittima designata e uomini armati del cartello inviati per uccidere "Vincent" (che credevano fosse Jamie Foxx) se avesse fallito.
* "La trasformazione di Jamie Foxx nel film da un ragazzo qualunque a un tosto in una notte è completamente irrealistica." * - In che modo è stato trasformato in un tosto?


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...