Domanda:
Qual è lo scopo del cubo?
Vijin Paulraj
2012-09-17 20:48:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho appena visto un film horror di fantascienza chiamato Cube . È stato davvero fantastico, così come ha lasciato molte domande senza risposta. Tuttavia, quello che mi ha frustrato molto è stato lo scopo del Cubo. Voglio dire, chi e perché hanno costruito il cubo e ci hanno messo dentro tutte quelle persone?

L'hanno rivelato nei sequel? Non li ho visti.

Uno dei prigionieri non ha spiegato di aver lavorato a questo progetto governativo?
Worth ha rivelato di aver progettato il guscio esterno, ma immagino che non abbia detto nulla come se avesse lavorato al progetto Govt.
Lasciamo da parte qualsiasi sequel (che per me è stato un po 'una delusione dopo il fantastico primo film, specialmente il terzo), penso che la maggior parte del fascino, del mistero e della disperazione della loro situazione fosse dovuta al fatto che il cubo ** aveva nessuno scopo effettivo ** ed esisteva solo per il bene di sé (essendo così l'ultimo espediente della trama e sottolineando il personaggio del film B del film). E penso che nel film qualcuno abbia detto qualcosa sulla falsariga di * "l'hanno costruito solo perché possono" *.
@VijinPaulraj penso che tu abbia tre buone risposte per selezionarne uno
@ChristianRau, per me l'orrore profondo era il suggerimento non solo che il cubo non avesse uno scopo, ma che nessuno ne fosse responsabile. Come se fosse un'idea che in qualche modo è cresciuta e fiorita da sola, come un parassita nel complesso militare-industriale umano. * L'abbiamo * costruito. Tuttavia, non ho visto i sequel.
@HewWolff Sì, buon punto.
Quattro risposte:
#1
+24
Shiz Z.
2012-09-18 20:24:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mettendo da parte prequel e sequel, tieni presente che Cube è una metafora della vita, della condizione umana:

  • All'inizio, ogni personaggio si sveglia in uno strano, posto scomodo.

  • Ciascuno si rende presto conto che fare una mossa sbagliata provocherà la morte

  • Ciascuno reagisce alla situazione in un modo unico

  • Coloro che vivono più a lungo non hanno mai un'idea reale di chi / cosa li ha messi lì, o perché

Quindi, mentre i personaggi (e noi spettatori) si concentrano sul tentativo di capire lo scopo del cubo, nessuna risposta viene mai data, proprio come nella vita.

Un punto aggiuntivo è che l'unico sfuggito è l'uomo mentalmente disabile, che ha appena accettato quello che stava succedendo e non ha mai chiesto "perché" o "chi" o "come" - suggerendo che il messaggio del film potrebbe essere "è meglio che tu abbracci il mistero piuttosto che cercare di risolverlo. "

Bene, con un'interpretazione appropriata puoi probabilmente vedere praticamente qualsiasi situazione sulla terra come una metafora della vita, perché questa situazione ** è effettivamente vissuta **. Ma +1 per un punto di vista interessante, anche se IMHO un po 'troppo inverosimile. E le risposte che trasformano * domande di spiegazione della trama * in * domande di analisi * non sono mai una cattiva idea;)
Christian, pensavo che il tuo commento sotto la domanda originale avesse molto in comune con la mia risposta qui. Tu dici "il cubo non aveva uno scopo reale" ... e io dico "esattamente!" LOL :)
Per quanto riguarda "qualsiasi situazione sulla terra come metafora della vita", non sono d'accordo. Ad esempio, Die Hard non è una metafora della vita, è una storia di poliziotti e ladri (e dannatamente bella). Ma a me, Cube sembra concentrato sul mistero dell'esistenza.
Bene, il mio commento è stato che non aveva alcuno scopo, invece di essere una metafora della vita. Ma in effetti anche la vita non ha uno scopo ed è lì solo per se stessa. Quindi comincio a vedere dove stai andando e soprattutto le tue nuove modifiche agli ultimi paragrafi sono davvero penetranti. In effetti la risposta si sviluppa per essere migliore di quanto pensassi inizialmente (o non ci ho pensato abbastanza alla prima lettura;)).
#2
+21
Ankit Sharma
2012-09-17 21:33:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Cube non ha tentato in modo approfondito di spiegare cosa sia il cubo in cui sono confinati i personaggi, perché è stato creato o come le persone sono state selezionate per essere messe lì. Il film rimane senza risposte.

Ma i sequel lo hanno fatto, come affermato da articolo di Wikipedia

Il secondo film rivela che un'azienda denominato "IZON" è responsabile dello sviluppo dei Cubi, e il terzo film indica che la loro costruzione e operazione è stata ordinata o direttamente eseguita da un "governo" non descrittivo. I film dovrebbero essere ambientati nel futuro, tuttavia, uno dei personaggi di Cube 2 menziona Muammar Gheddafi, che era vivo al momento delle riprese.

Anche nel terzo film Cube Zero che è il prequel di CUBE e CUBE 2 si dice che tutti in The Cube stavano affrontando una condanna a morte e si è presentata una scelta: andare nel Cubo con la loro memoria completamente cancellata o essere condannati a morte. Solo se una persona firma il modulo di consenso, verrà inserita nel cubo.

Tuttavia Eric scopre che non c'è alcun modulo di consenso nel file di Cassandra (Cassandra è la protagonista principale di Cubo Zero ed Eric è un osservatore fuori dal cubo). Ciò significava che il consenso non è sempre dato a tutti i prigionieri.

Alla fine Jax mostra a Eric il suo modulo di consenso e dice di essere stato messo nel Cubo non come vittima, ma come osservatore con la sua memoria riprogrammato in modo da non avere memoria della sua vita passata.

Nel marzo 2011, Lionsgate ha annunciato che stava prendendo in considerazione un film aggiuntivo nella serie, provvisoriamente intitolato Cube 3D (potrebbe essere un sequel o uno spinoff). Questo film potrebbe spiegare perché le persone sono tenute nel cubo senza il loro consenso e ci sono altri tipi di persone nel cubo tranne l'osservatore e la vittima.

#3
+3
DForck42
2012-09-17 21:11:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Devi guardare Cube e Cube Zero per avere un'idea più chiara di cosa sta succedendo. Essenzialmente, il Cubo è di proprietà di un'organizzazione piuttosto potente che lo usa per i "prigionieri", o per le persone di cui vogliono sbarazzarsi. Come si vede in Cubo Zero, quando qualcuno nel cubo lo fa fuori, viene interrogato su alcune cose. Se rispondono in modo sbagliato, vengono distrutti.

Quindi, dobbiamo supporre che si tratti di una sorta di prova, e una volta che ce la fai e affronti la prova finale, sei libero (in teoria, non in realtà lo vedo).

Lo mostrano in Cube Zero come perché hanno messo quelle persone mostrate in Cube?
Cube Zero è in realtà un prequel e spiega molto. Perché le persone sono lì per lo più non se ne parla tranne che per un personaggio in Cube Zero.
volevi dire: "Devi guardare il Cubo 2 ...", ti sei perso il 2?
@oers in realtà Cube 2 - Hypercube in realtà confonde l'intera storia. In realtà è molto più semplice guardare Cube e poi Cube Zero. Quindi se sei davvero curioso guarda Hypercube.
volevo solo chiedere prima del montaggio dei ninja: D Li ho visti molto tempo fa e ricordo solo che il sequel / prequel non era buono come l'originale
#4
+1
Davie Devine
2013-01-12 04:16:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Pensavo che forse tutte le persone fossero morte e che il cubo rappresentasse il purgatorio. Tutti i "reclusi" dovevano affrontare e riflettere su se stessi. Rennes dice all'inizio "dovete scappare da soli". Alla fine, solo i puri riescono ad andare in paradiso (il ragazzo con handicap mentale è amorale), e gli altri sono condannati a morte / inferno / nulla qualunque. Non importa quale sia la tua religione, o se sei ateo o agnostico, è possibile trarre conclusioni sul passaggio (o non passare) alla prossima vita.

I registi forse hanno poi deciso di spostare il film in un'altra direzione per pompare un paio di sequel / prequel, ma non li guarderò perché penso che il film in sé sia ​​un capolavoro (non necessariamente la recitazione).

O ... forse qualcuno si è appena sballato giocando con un cubo di Rubik e ha avuto un'idea per un film su un labirinto a forma di cubo.

Benvenuto in movies.se. Mentre il primo paragrafo della tua risposta dimostra alcune intuizioni interessanti, i seguenti paragrafi sono almeno un po 'discutibili (beh ok, alla fine anche questa è una possibile teoria).
Cosa, è il tuo lavoro andare in giro ad essere antagonista?
Bene, potrei chiederti se era il tuo lavoro andare in giro a sporcare i tuoi post altrimenti buoni con pezzi * ranty *. Ma seriamente, probabilmente dovrai imparare che su StackExchange né commenti né voti negativi devono in alcun modo essere presi personalmente. E alla fine non ho sottovalutato nessuno dei tuoi post (perché di solito non sono uno che ha problemi con frasi leggermente * volgari * e i tuoi post sono generalmente piuttosto buoni), ma ho cercato di farti notare in modo costruttivo possibili problemi che altri potrebbe avere un problema con. Quindi no, questo non è il mio lavoro, ma per il tuo beneficio lo faccio gratuitamente.
C'è qualcosa di "rumoroso" in quello che ho messo sopra? "Discutibile" è più sgangherato di qualsiasi cosa abbia scritto. Scoprirai che su questo sito non dovresti commentare i commenti - dovresti rispondere alle domande. Quindi se non ti dispiace, preferirei che mi lasciassi in pace.
Ok, * ranty * era il termine sbagliato per questa risposta. Ma l'ultima frase suona davvero un po 'troppo soggettiva. * "non dovresti commentare i commenti" * - Non l'ho capito completamente, lo ammetto. Ma sai una cosa, né dovresti mascherare i commenti come risposte (non dicendo che l'intera risposta lo fa, come detto la prima parte è molto buona). Mi dispiace, ma non posso fare molto altro che suggerirti in modo costruttivo di non prendere troppo sul personale commenti o voti negativi. Alla fine, se vuoi essere lasciato solo, un sito web comunicativo multiutente potrebbe non essere la prima scelta allora.
Mi sembra che @ChristianRau stesse davvero cercando di essere d'aiuto. La critica non è la stessa cosa della critica.
Penso che tu abbia fatto un punto interessante con la tua risposta, ma guardando i commenti nella speranza di altri spunti interessanti ho scoperto che sei abbastanza esagerato e antagonista.
La tua risposta mi ha portato a tracciare un parallelo con La nave dell'inferno di Gil Vicente. Anche lì lo stolto è considerato irreprensibile e degno di andare in paradiso.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...