Domanda:
Come si evolvono le differenze tra i replicanti e Deckard in Blade Runner?
phwd
2011-12-02 12:52:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In Blade Runner, il rilevamento dei replicanti avviene tramite la capacità / incapacità del soggetto di mostrare emozioni avanzate. Ma all'inizio del film Deckard inizia senza emozioni come i replicanti.

Come progrediscono le differenze tra Deckard e i replicanti (in particolare Roy e Rachel) durante il film?

Tre risposte:
#1
+24
Mormegil
2011-12-02 20:35:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In realtà, il film è piuttosto ambiguo sul fatto che Deckard sia effettivamente un essere umano o un replicante, Ridley Scott lo prende come un replicante, mentre Harrison Ford crede che sia umano. Anche se Deckard mostra sempre più emozioni man mano che il film va avanti, lo stesso vale per gli altri replicanti.

L'ambiguità è IMHO, in effetti una parte importante del punto del film (e del romanzo originale ) - qual è la differenza tra esseri umani e macchine. E (un tema persistente nei lavori di PKDick) come puoi essere sicuro che tu sei, in effetti, un essere umano, non una macchina?

Vedi anche: Deckard: umano o replicante?

Non solo, ma Hampton Fancher (l'autore principale di _Blade Runner_ e _Blade Runner 2049_) [ritiene Deckard non replicante] (https://scifi.stackexchange.com/a/171553/21267).
#2
+12
iandotkelly
2011-12-02 20:45:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il romanzo è meno sottile nel porre la domanda su chi sia o meno un androide. Nel romanzo Deckard va in pensione un androide che fa una telefonata per chiedere aiuto prima di essere ucciso. La polizia che si presenta proviene da un dipartimento di polizia "ombra" che sono quasi tutti androidi che vivono sotto copertura. Deckard scappa con un cacciatore di lame che lavora con questo finto dipartimento di polizia che non si rendeva conto che stava lavorando con gli androidi e forse stava anche "ritirando" gli umani. Deckard e il secondo blade runner discutono chi è un androide e chi è un umano, e chi dovrebbe fare il "test". Aggiungendo confusione, entrambi hanno test diversi che usano. Il romanzo aveva già introdotto Rachel, l'androide che credeva di essere la nipote di Tyrrel, a gettare le basi per gli androidi che non sanno di non essere umani. Inoltre, in tutto il libro c'è un filo conduttore importante della sua pecora elettrica e se gli mancava l'empatia non acquistando un vero animale domestico.

Il film non include molti degli elementi della trama del romanzo, ma introduce più sottilmente la domanda se Decker sia o meno un androide. Lascia lo spettatore con molte altre domande aperte ed è di conseguenza una storia eccellente ma diversa.

#3
+7
Mnementh
2011-12-02 19:15:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che abbia a che fare con il libro, il film si adatta. In Do Androids Dream of Electric Sheep? tutte le persone sono un po 'come gli zombi, vogliono solo andarsene dalla terra o seguire una strana religione come fa la moglie di Deckard. In una scena del libro, un altro Blade Runner sospetta che Deckard sia un replicante e fa un test con lui. Penso, Philip K. Dick voleva mostrare, che la differenza tra esseri umani e macchine non sia così grande, come pensiamo.

Nel film Ridley Scott sembra fare un punto leggermente diverso. Per me il film diceva che gli androidi sono in grado di provare le stesse emozioni ed empatia degli umani, se lo sviluppano (così afferma la teoria, che l'umanità è sviluppata). Deckard fa come Rachel e Roy il progresso verso l'umanità, anche se prendono direzioni diverse.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...