Domanda:
Il Babadook è il simbolo del padre morto?
Robin
2016-01-26 17:15:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In The Babadook, il mostro indossa abiti simili a quelli che scopriamo indossava il padre, infatti la madre aveva paura di vedere i suoi vestiti appesi al muro in una scena, scambiandolo per la figura oscura del Babadook. Verso la fine del film il Babadook appare alla madre come il suo defunto marito, si abbracciano e poi lui le chiede di portargli "il ragazzo".

Quindi la mia domanda è: il Babadook in qualche modo significa per simboleggiare il padre e, se sì, come interpretare certi aspetti dei suoi "poteri", come la sua capacità di possedere la madre? Inoltre come interpretiamo il finale, perché il Babadook deve essere tenuto in cantina e nutrito con i vermi?

la parte paterna non posso davvero dire. il mantenerlo in vita parte, beh, lo ha portato in questo mondo. afferma nel film e nel libro a comparsa che non puoi sbarazzarti del babadook. l'unico posto sicuro era il seminterrato. e inoltre, è una specie di male, lasciare un mostro in casa e venderlo a un povero idiota. Immagino che i vestiti fossero solo una parte della psicologia dell'intero mostro, dandogli quasi un'identità oltre il soprannaturale
Due risposte:
sanpaco
2016-10-07 11:02:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In breve sì.

Anche se non esattamente. Il vero simbolismo dietro il Babadook è il dolore della madre per la morte di suo marito e il suo risentimento verso suo figlio. Il film è una metafora della sua lotta interiore per riconciliare il risentimento e il dolore in modo che possa dare a suo figlio l'amore di cui ha bisogno. Questo è stato supportato da una serie di critici cinematografici diversi e c'è persino una sezione della pagina di wikipedia per il film che supporta questa idea.

Scrivere per il Daily Bestia, Tim Teeman sostiene che il dolore è il "vero mostro" in The Babadook, e che il film parla "delle conseguenze della morte; come i suoi resti si distruggono molto tempo dopo che il cadavere è stato seppellito o bruciato". Teeman scrive di essere stato "preso" dall '"imperativo metaforico" del film di Kent, con il mostro di Babadook che rappresenta "la forma del dolore: avvolgente, mutevole, nero". Teeman afferma che il finale del film "ha sottolineato il trambusto del dolore e della perdita nel cuore del film", e conclude che informa il pubblico che il dolore ha il suo posto e il meglio che gli umani possono fare è "comandarlo".

Il critico cinematografico nazionale egiziano Wael Khairy ha scritto nel suo "Film Analysis" il 22 novembre 2014 che The Babadook "attinge a qualcosa di reale, una vera paura umana". Khairy sostiene che ciò che il Babadook "rappresenta è oggetto di dibattito", ma scrive:

" Il Babadook malevolo è fondamentalmente una forma fisicizzata del trauma della madre ... credo, il Babadook incarna il potere distruttivo del dolore. In tutto il film, vediamo la madre insistere affinché nessuno parli del nome di suo marito. Vive fondamentalmente nella negazione. Amelia ha represso il dolore per anni, rifiutandosi di arrendersi ad esso. "

Khairy ha concluso che il film è "basato su qualcosa di molto reale" e "sembra insolitamente bello e persino terapeutico".

Alev Gefen
2017-06-27 04:56:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Probabilmente Amelia ha scritto il libro subito dopo la nascita di Sam, ma ha aspettato diversi anni per leggerlo a suo figlio. In un classico esempio di dissociazione, Amelia avrebbe potuto creare il mostro non così proverbiale come parte di un esercizio di scrittura di libera associazione (e, nel suo caso, scarabocchiare). La sua dichiarazione a Sam che "avrebbe voluto che fosse [lui]" significa che il Babadook era un mezzo per creare un capro espiatorio psicologico, un caso standard di "il mostro me l'ha fatto fare". La reazione, dopo che il libro si è presentato alla sua porta, seguita dalla telefonata minacciosa, è un esempio infallibile della totale negazione di Amelia dei suoi demoni personali. Lei è la Babadook, sdraiata e semplice Da un punto di vista linguistico, la Babadook non è solo l'anagramma di "un brutto libro" ("cattivo" nel senso di "malevolo") ma anche il fantasma del marito / padre che usa il linguaggio infantile con Sam: dook dook dook è onomatopeico per bussare, mentre baba significa "papà" in baby talk e "papà" in cinese mandarino.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...